Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "per saperne si più"

Stampa

Valutazione alunni

L’apprendimento degli alunni costituisce il fine dell’attività di insegnamento che si svolge nelle istituzioni scolastiche.
La valutazione dei risultati dell’attività di insegnamento, cioè l’apprendimento, necessita quindi di una particolare attenzione da parte dei docenti, per verificare se e in quale misura gli obiettivi programmati sono stati conseguiti e per elaborare il successivo percorso di apprendimento.
Essa si realizza attraverso l’uso di vari strumenti, viene effettata in vari momenti e presuppone condivisione dei termini a livello di team docente.

Unità di Apprendimento

Documento di valutazione e di progettazione

 Osservazioni

Modalità di apprendimento, livello di interesse e di partecipazione, grado di motivazione degli alunni.

 Prove di verifica

Interrogazioni, conversazioni guidate, esercitazione scritta, test a risposta aperta, test a risposta multipla, questionari…

 Registro del docente

- Griglie di rilevazione degli apprendimenti
- Osservazioni in itinere
- Osservazioni generali

 

 Prove di verifica quadrimestrale modello INVALSI

In tutte le classi della scuola Primaria e della scuola Secondaria di I grado,sulla base della progettazione educativo -didattica saranno elaborate e somministrate, a cura degli insegnanti e per classi parallele, “prove di verifica” sul modello INVALSI, per rilevare e documentare le competenze attese al termine del I e del II quadrimestre.
In particolare le prove della Scuola Secondaria di Primo Grado verteranno sulla verifica di abilità e competenze relative alle seguenti discipline: Italiano, Matematica, Inglese e Francese.
Gli esiti di tali prove, unitamente alle osservazioni dei processi di apprendimento, si tradurranno nella valutazione quadrimestrale riportata nel documento di valutazione di ciascun allievo.

Esame di Stato Prova Nazionale

Al termine della Scuola Secondaria di I grado

 Certificazione delle competenze

Al termine della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado

 

 

 Valutazione del rendimento scolastico degli studenti

Nella scuola Primaria e Secondaria di primo grado la valutazione sul rendimento degli studenti sarà numerica, espressa in decimi. Si farà riferimento agli indicatori di valutazione elaborati dai rispettivi Consigli che hanno identificato per ogni voto numerico le abilità e le competenze da possedere.
Nella scuola Primaria i docenti con decisione unanime possono non ammettere l’alunno all’anno successivo solo in casi eccezionali.
Nella scuola Secondaria di primo grado sono ammessi alla classe successiva o all’Esame di Stato gli studenti che hanno ottenuto, con decisione assunta a maggioranza dal Consiglio di classe, un voto non inferire a 6 decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline.
I docenti inoltre, considerando la delicatezza del momento valutativo degli alunni di Scuola Primaria , concordano nel non attribuire loro voti inferiori al cinque , mirando a promuovere maggiormente l’autostima e la fiducia in sé, mentre per gli alunni delle classi della scuola  Secondaria di primo grado viene introdotto il voto quattro, soprattutto in virtù di una maggiore maturazione degli alunni.

 Valutazione del comportamento degli studenti

Nella scuola Secondaria di primo grado la valutazione del comportamento dello studente avrà luogo con attribuzione di un voto numerico in decimi; qualora la valutazione sul comportamento (formulata collegialmente) fosse inferiore ai 6 decimi lo studente non verrà ammesso all’anno successivo.

 

  Indicatori di valutazione degli alunni

Il Collegio dei docenti dell’I.C. di Altavilla Silentina al fine di ottenere omogeneità nelle valutazioni disciplinari e di rendere trasparente l’azione valutativa della Scuola ha inteso applicare la legge 169 concordando ed adottando una griglia di valutazione (legata a quadri descrittivi), in cui sono eplicitate le conoscenze, le abilita’ e le competenze disciplinari corrispondenti ai diversi voti numerici.
L’espressione dei voti in decimi tiene conto, oltre che del grado di apprendimento delle conoscenze-abilità anche dei seguenti ulteriori criteri:
-l’impegno manifestato dall’alunno;
-grado di progresso registrato rispetto alla situazione di partenza;
-livello di prestazione raggiunta rispetto alle potenzialità personali.